Fai da te per pappagalli

In questa pagina ho raccolto qualche semplice idea sotto forma di foto e video-tutorial su come realizzare da sè accessori di legno, come posatoi e trespoli, per i nostri pappagalli. Basta davvero pochissimo per poter costruire tantissime cose a costo zero per i nostri pennuti: un poco di manualità e un trapano!


ATTREZZATURA

Per iniziare a fare qualche piccolo lavoro di falegnameria ci basta un trapano a mano e un set di punte per forare. Per chi ha poca dimestichezza può essere utile anche utilizzare una morsa per tenere bloccati i pezzi in modo che non sfuggano di mano.
Per chi ha spazio a casa o in garage/cantina può essere un ottimo investimento anche un trapano a colonna, che permette di forare il legno in ancora maggiore sicurezza.
Soprattutto per chi ha pappagalli di taglia medio piccolo, un ottimo investimento sono anche delle forbici da potatura professionali, che arrivino a tagliare diametri di anche 3 cm. Un ottima marca è la azienda Svizzera Felco per esempio. In questo modo si può tagliare da sè il legno (scelto sempre tra quelli più sicuri e adatti) per creare i giochi e ci rimane solo da forare i pezzi tagliati col trapano.

tools perch

 


POSATOI

Realizzare da se posatoi con rami naturali per i nostri pappagalli è davvero velocissimo, ci basta un trapano, due rondelle, una vite a farfalla e le giuste viti!
Per pappagalli di taglia grande io utilizzo viti M8 a doppio filetto e viti a farfalla sempre da 8mm. Per pappagalli più piccoli si possono usare viti M6.
La scelta delle rondelle è molto importante: il foro centrale deve permettere il passaggio della vite ovviamente, ma più largo è il diametro della rondella e maggiore sarà la tenuta del posatoio sulle sbarre. Spesso con le gabbie piccole e leggere c’è il rischio che le sbarre si pieghino col peso del pappagallo e del posatoio. Per ovviare a questo problema è meglio usare rondelle molto larghe o delle piastrine di metallo rettangolari in casdi pappagalli di taglia grande. Si possono usare anche più rondelle se il diametro interno è troppo largo per la vite.

Una volta creato il posatoio possiamo rifinirlo in vari modi:
- si può aggiungere dei giochi, forando il legno e inserendo nel foro una corda su cui infilare pezzi di legno o altro;
- si può attaccare all'estremità del posatoio con una vite una piccola ciotolina fatta con mezza noce di cocco o con un piattino di acciaio inox, da utilizzare per il foraging o per del cibo extra;
- se utilizziamo come posatoio un bel ramo biforcuto possiamo inserire un gancio di acciaio inox alla fine di entrambe le estremità e legarci una corda tesa di grosso diametro da utilizzare come posatoio;
- utilizzando un ramo grosso tagliato a metà o una trave comprata nei negozi di fai da te si può realizzare dei posatoi piatti, utili per pappagalli anziani, disabili o con problemi alle zampe;
- i posatoi piatti possono anche diventare dei posatoi da foraging, ci basta praticare dei fori non passanti sparsi per la superficie, in cui andremo a inserire dei semini o altri piccoli premi alimentari a nostra scelta.

 

 

Se non riuscamo a reperite le viti a doppio filetto, possiamo in alternativa utilizzare una barra filettata da 8 mm o 6 mm e la relativa boccolina da inserire nel legno. Anche questo sistema è ugualmente funzionale, solo un poco più laborioso.

 

View the embedded image gallery online at:
http://www.kiwitan.com/habitat/fai-da-te#sigProIdd857d8c5c5


POSATOIO DA FINESTRA

Ai pappagalli piace moltissimo guardare fuori, e possiamo costruire per loro dei bellissimi posatoi a ventosa da attaccare alle finestre di casa. Ci basta acquistare delle ventose professionali di quelle per sollevare le piastrelle, e avvitare un ramo sulla maniglia. Meglio tenere i rami corti per avere una maggiore tenuta.

View the embedded image gallery online at:
http://www.kiwitan.com/habitat/fai-da-te#sigProId7f22026eb4
 
Possiamo creare da noi anche una semplice ruota da foraging, di quelle in cui il pappagallo deve girare il cerchio trasparente per recuperare i primi visibili all’interno della ruota. I giochi di intelligenza sono di norma molto costosi, ma possiamo con un po’ di fantasia farli anche da noi.
Ci basta una rondella di legno spesso o possiamo comprare nei negozi di fai da te del legno già tagliato di almeno 3 o 4 cm. Con una punta per legno elicoidale di dimensione a nostra scelta (almeno 3 cm per pappagalli di taglia media) possiamo creare le cavità nel legno in cui andremo a inserire i semi.
 

 
 
 Possiamo creare, molto più facilmente di quel che si immagina, una bella fontana per i nostri pappagalli. L'accesso all'acqua, lo scroscio e il getto stesso incentivano a i pappagalli a lavarsi e sono un ottimo esempio di gradienti climatici come arricchimento.

Tutto quello che ci serve è una pompa per acquari! Esistono sia a energia solare, perfette da utilizzare in voliera grazie al pannello solare esterno, sia di quelle classiche da acquario con la presa di corrente.
In entrambi i casi è ovviamente molto importante coprire il cavo della corrente, che può essere inserito in un cavo di acciaio o plastica dura, in modo da essere a prova di beccata.
Se scegliamo una pompa a energia solare dobbiamo tenere presente che il pannello solare andrà posizionato fuori dalla gabbia o voliera e dovrà essere posto in pieno sole affinché funzioni.

Cosa serve dunque:
- una pompa per acquari a energia solare o da presa a muro;
- una ciotola da usare come vasca. La base della pompa dovrà stare immersa, quindi la vaschetta dovrà essere alta a sufficienza;
- un eventuale tubo per dirigere il getto della fontana. Se la ciotola è grande abbastanza non ci servirà, ma se abbiamo poco spazio è bene utilizzare un tubo curvo da inserire sull’uscita della pompa così da orientare in getto verso il basso;
- se vogliamo decorare la fontana possiamo comprare dei sassi da mettere nella ciotola in modo da rendere più facile l’accesso al pappagallo.

 


 
Anche il momento del pasto può essere reso più stimolante in modo semplice, per esempio creando delle mangiatoie da appendere in gabbia o in voliera.
In questo caso ci serve un seghetto alternativo per bucare la base di legno e una ciotola di quelle per cani con il bordo, in modo che la ciotola non cada a terra e che sia facilmente estraibile per essere lavata. Per pappagalli grandi è bene fissare la mangiatoia in modo che non venga ribaltata, per i piccoli può anche essere solo incastrata.
Possiamo utilizzare la ciotola anche per il foraging, non solo per il cibo fresco, o come ciotola extra in cui mettere rami e fiori freschi.
 
 

vite occhiello

Per le voliere, o le gabbie col tetto piatto, possiamo creare dei posatoi da appendere dall’alto.
Per appenderli possiamo utilizzare la vite, come per i posatoi normali, o un gancio tipo occhiello a vite per legno, da fissare con delle fascette da elettricista.
Ci basta inserire la vite o l’occhiello nel ramo e avvitare altri posatoi su di questo.

Accorgimenti:
- per pappagalli grossi è meglio creare nel corpo centrale una sede con una punta per legno elicoidale in modo che la tenuta sia maggiore;
- meglio non mettere troppi rami in modo che nessuno vada a sovrapporsi all’altro, rendendo necessario pulire spesso dalle eventuali feci i rami sottostanti;
- possiamo aggiungere degli altri ganci a occhiello a vite nella parte finale del ramo, in modo da collegarli con una corda spessa da usare come posatoio.

 
 
 
Per chi ha pappagalli in voliera che non si vuole far riprodurre, si può creare delle casette di legno senza fondo per proteggerli dal vento e dal freddo dei mesi invernali o dal caldo troppo torrido.
Ci basta del compensato di legno da tagliare, il trapano, un po’ di viti da legno e una sega a tazza o un seghetto alternativo per creare il foro di entrata.
 
 
 
 
 
 

TOP